Home MateriaBiologiaApprofondimenti Lo spinosauro, il killer del cretaceo

Lo spinosauro, il killer del cretaceo

by Adriana Carelli
Spinosauro

Introduzione

Lo (letteralmente “Rettile spinoso”) è un genere estinto di dinosauro vissuto tra il Cretaceo inferiore e il Cretaceo superiore (Albiano-Cenomaniano, circa 112-97 milioni di anni fa), in Egitto, Marocco e Algeria, Nordafrica. I di questo animale erano già noti ai popoli egiziani che li ritrovarono nel 1912.

Lo Spinosaurus fu uno dei più grandi, se non il più grande, teropodi conosciuti, superando giganti come Tyrannosaurus e Giganotosaurus in lunghezza. Le stime pubblicate nel 2005, 2007 e 2008 parlavano di una lunghezza compresa tra i 12,6-18 metri e tra le 7 e le 20,9 tonnellate di peso.

Lo spinosauro è uno dei più misteriosi mai vissuti sulla Terra. Ha una testa da coccodrillo, mascelle lunghe un metro, una vela sulla spina dorsale e il corpo più grande di un T-Rex. Non esiste nessun animale vivo o estinto che assomigli minimamente allo spinosauro.

La scoperta dello spinosauro

Fra il 1910 e il 1914 il nobile paleontologo bavarese Ernest Freiherr Stromer van Reichenbach aveva compiuto con la sua équipe varie e prolungate spedizioni nel Sahara egiziano, ai margini orientali dell’antico sistema fluviale di cui il Kem Kem costituisce il confine occidentale. Stromer scoprì e descrisse circa 45 diversi animali fossili tra cui dinosauri, coccodrilli, tartarughe e pesci. Le sue ricerche sul campo le descrisse dettagliatamente in un diario. Tra le rocce Stromer trovò vertebre, artigli ed enormi femori, ma non sono i protomammiferi che cercava ma qualcosa di più grande. Stava cercando qualcos’altro ma trovò un giacimento di uno dei dinosauri più bizzarri del pianeta. Tra le sue scoperte spiccavano due scheletri parziali di un dinosauro mai identificato prima, che nel 1915 Stromer chiamò Spinosaurus aegyptiacus.

Dimensioni spinosauro

Dimensioni spinosauro

Negli anni successivi lo scheletro dello spinosauro divenne una delle attrazioni più famose del museo di storia naturale di Monaco di Baviera, ma con l’avvento al potere dei nazisti cambiò tutto. Stromer cercò di spostare la collezione di fossili ma il direttore del museo, un nazista convinto, si rifiutò di spostarli. Nel 1944 centinaia di bombardieri sganciarono migliaia di bombe su Monaco di Baviera e il museo venne distrutto e lo spinosauro fu perduto per sempre. Rimane solo qualche vecchia fotografia e le tracce e disegni sui diari di viaggio lasciati da Stromer.

Le ricerche nei decenni successivi

Sessant’anni anni più tardi lo spinosauro e il mondo in cui viveva sono più misteriosi che mai. Piano piano vengono alla luce altri resti dello spinosaro, denti, vertebre e parte del muso. Si tratta di frammenti isolati rinvenuti da cacciatori di fossili non professionisti e poi venduti al mercato nero. Poi ci fu una svolta. Al museo di storia naturale di Milano un dottorando di Crisitiano Dal Sasso nota da un commerciante di fossili italiano, una notevole collezione di ossa. Sembra provengano dal Marocco e forse sono state esportate illegalmente. Le ossa sembrano appartenere tutte ad un unico esemplare e ricordano in modo impressionante lo spinosauro perduto di Stromer. La collezione di fossili era più completa di quella di Stromer. I ricercatori si aspettavano che lo spinosauro assomigliasse allo sucomino, l’altro dinosauro predatore vissuto in nordafrica 10 milioni di anni prima dello spinosauro, anche lui aveva il muso da coccodrillo, denti conici e una vela dorsale, ma fu così solo parzialmente. Non si conosceva la provenienza dei fossili e per capire meglio bisognava sapere da quali rocce era stato estratto. Nella sezione trasversale delle spine vengono trovate strane linee, forse tracce dei vasi sanguigni già notate in alcuni fossili in Marocco. Gli scienziati allora sono andati alla ricerca dei cacciatori di fossili del Marocco che potrebbero avere estratto lo spinosauro.

Confronto tra spinosauri

Confronto tra spinosauri

Una volta trovato lo scavo i paleontologi trovano ulteriori resti di spinosauro. Per questo motivo vengono chiamati colleghi da tutto il mondo per compiere scavi più accurati e ottenere maggiori informazioni. Una volta trovati i molti reperti fossili gli scienziati sono riusciti a fare la ricostruzione al computer e dedurre anche le parte mancanti.

L’ambiente in cui viveva

Sepolti insieme allo spinosauro furono trovati dei fossili inaspettati: ricci di mare, molluschi, fossili di creature marine risalenti 95 milioni di anni fa, all’epoca dello spinosauro.

A quell’epoca c’era un lussureggainte ecosistema che si estendeva dal Marocco all’Egitto. Sono stati trovati però molti fossili di carnivori ma pochi di erbivori dei quali avrebbero dovuto cibarsi. Questo risultò strano però si era notato anche che la zona era molto piena di pesce. Il muso da coccodrillo dello spinosauro sembra fatto apposta per cibarsi di pesce e forse passava la maggior parte della giornata in acqua.

In biologia le dimensioni contano quindi ci si domanda quali condizioni ambientali abbiano portato ad avere animali così grandi. Stromer ipotizzò che lo spinosauro si nutrisse di pesci. Ha infatti i piedi palmati a differenza degli altri dinosauri che avevano piedi stretti e artigli ricurvi. La palma piatta dei piedi è caratteristica dei fenicotteri, utile per tenere l’equilibrio sui fondali fangosi. Forse lo spinosauro potrebbe averle usate allo stesso modo nella lussureggiante africa del Cretaceo. Analizzando le somiglianze con i coccodrilli, si è visto che anche lui ha i denti lisci e conici, il cranio lungo, la coda lunga che probabilmente serviva per agevolarlo a nuotare nell’acqua. Potrebbe aver abbandonato la terraferma per poi evolversi nell’acqua. Sarebbe tornato sulla terraferma solo per deporre le uova. Se alcune specie di carnivori si nutrono di erbivori mentre altri di pesci, possono coesistere nello stesso abitat.

Conclusione

Lo spinosauro è il più grande predatore mai rinvenuto sulla faccia della Terra. Era il killer del cretaceo

Video:

Immagini:

Di MartinThoma – File:006-Museu-Blau.jpg, CC0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=58292636

Di KoprX – Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=79142963

Di Eotyrannu5 – Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=81650675

Approfondimenti:

https://it.wikipedia.org/wiki/Spinosaurus

POTREBBE INTERESSARTI

Leave a Comment